Busto a Sinistra

uguaglianza, salute, ambiente, partecipazione, trasparenza

Carta dei Valori

Le sottoscrittrici e i sottoscrittori della presente Carta dei Valori si impegnano ad una azione politica di sinistra condivisa per realizzare una Busto giusta e solidale, cioè una città dove:

  • le radici della convivenza civile siano quelle originate dalle pratiche antineoliberiste e antifasciste e da una altrettanto chiara assunzione pratica della cultura della nonviolenza;
  • i cittadini e le cittadine trovino spazi di incontro e condizioni concrete di partecipazione politica, di controllo della vita amministrativa, di confronto e decisione sulle problematiche relative alla qualità della vita urbana;
  • le diversità di opinioni e di interessi e i relativi conflitti siano assunti come trasparente esercizio di confronto e pattuizione, quindi come risorsa di crescita democratica;
  • siano promossi e tutelati il diritto al lavoro e i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici, e siano valorizzati i bisogni, i desideri e gli interessi d* emarginat* e d* sfruttat* dal sistema capitalistico, in quanto fondamento del governo della città, perché una città a misura dei più deboli è una città migliore per tutti;
  • si contrasti apertamente e pazientemente ogni forma esplicita o strisciante di razzismo, di omofobia e di emarginazione, con coraggiose forme di accoglienza e integrazione degli stranieri, di cui dovrebbe vantarsi una città che si vive come generosa, prospera e ricca;
  • la visione ecologica ispiri la gestione dei rifiuti, la politica della mobilità e le scelte urbanistiche promuovendo la pratica dei “ beni comuni ”;
  • le diverse culture e sensibilità e le relative forme espressive e artistiche siano valorizzate anche promuovendo connessioni, reti e sinergie volte a qualificare sempre di più il clima culturale cittadino;
  • nella gestione dei servizi offerti dall’ente locale si ridia centralità al pubblico rispetto al privato in tutte le sue forme;
  • sia garantita la tutela della parità di genere nel campo lavorativo, sociale e culturale, creando opportunità e condizioni che valorizzino le risorse delle donne;
  • siano riconosciute le coppie legate da unioni civili, vengano trascritti i matrimoni celebrati all’estero tra persone dello stesso sesso, sia formalizzata la raccolta del testamento biologico, si promuova la lotta contro le discriminazioni e le violenze che riguardano la sfera sessuale, affettiva e religiosa.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: