Busto a Sinistra

uguaglianza, salute, ambiente, partecipazione, trasparenza

BAS: l’unico voto utile per cambiare aria

Abbiamo letto di guerre tra bande nel centrodestra tra chi sostiene i mercatini e chi i negozi griffati, tra chi vuole la Coop al Borri e chi non vuole il rotondone. Ci penserà Antonelli, magari leggendo un testo scritto come fa agli incontri pubblici, a mettere pace tra i contendenti?

Abbiamo saputo di contese tra 5 stelle e Movimento per Busto su chi ha più ragioni da vendere sul futuro di ACCAM.

Abbiamo incontrato ciclisti e pedoni improvvisati che, non sapendo distinguere destra e sinistra, navigano a vista nei quartieri offrendo soluzioni estemporanee a problemi appena conosciuti.
Manifesto BAS
Abbiamo anche visto con quale sfacciataggine la Lega Nord elargisce promesse che sa di non potere mantenere: per il Palaginnastica da 2 milioni di Euro i soldi non ci sono: sono previsti finanziamenti da privati, ma solo sulla carta. Promettono mense scolastiche gratis, solo per gli italiani, discriminando gli stranieri, a cui non crede nessuno.

Intanto la Giunta Comunale ha approvato, a ridosso della scadenza elettorale, la convenzione per consentire all’accoppiata Coop-Alfano la realizzazione di un supermercato da 2.500 mq nell’area privata dell’ex Borri. E il Sindaco, scrivendo sul sito del comune, lascia intendere che il rotondone sul viale sia una previsione del Piano Urbano del Traffico. Ma questo piano non è ancora stato approvato,  e la sua impostazione conferma il disprezzo dell’amministrazione uscente per le normative ambientali e la partecipazione di cittadine e cittadini alle decisioni.

In tale contesto, Busto a Sinistra intende oggi richiamare alcuni dei suoi impegni prioritari:

– contrastare la scellerata decisione di insediare nell’area del Borri un supermercato e di realizzare il rotondone sul viale, che consideriamo illegittima;

– promuovere, nell’ottica della transizione ecologica, processi partecipativi capaci di dare un futuro alla città negli interessi di cittadine e cittadini e non solo degli operatori privati;

– spegnere l’inceneritore e riprogettare il ciclo dei rifiuti adottando la strategia rifiuti zero e realizzando, se necessario, gli impianti alternativi sull’area di Borsano;

– dare una risposta all’emergenza abitativa a partire dalla ristrutturazione dei 139 alloggi popolari psimbolo bas alberto rossiubblici oggi non utilizzabili, per rispondere almeno in parte alla domanda, e reperire altri alloggi da destinare al social-housing temporaneo.

Noi di Busto a Sinistra vogliamo cambiare aria. Se volete cambiare aria con noi, votate Busto a Sinistra! L’unico voto utile per una vera svolta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 2 giugno 2016 da in Programma elettorale con tag , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: